Libri&Attività

76467591-247x300Suggerimenti e idee per orientarsi nella scelta di libri per bambini e di attività per giocare insieme,

genitori e figli.

                                                               _____________________

 

 

“C’E’ UNA TIGRE IN GIARDINO”  di Lizzy Stewart,  Terre di Mezzo, 2017 libro1

Una bimba che si annoia e una nonna che accende la sua immaginazione: inizia così un’avventura fantastica e piena di stupore tra bellissime illustrazioni.

 

 

 

 

 

 

“IL RE E’ OCCUPATO” di Mario Ramos,  Babalibri, 2004 il re è occupato

Una storia molto divertente e interattiva, con tante finestrelle e un mistero da svelare!

 

 

 

 

 

 

“Il libro delle parole”  di Richard Scarry , Mondadori 2007 910J3FSesqL

Un “classico” per imparare tante ma proprio tante parole nei luoghi e nelle situazioni più disparate. Per bimbi curiosi!

 

 

 

 

 

 

 

Danzando con i piccolidanza-in-fascia_chop

I bambini molto piccoli amano il movimento ritmico e distensivo del ballo che è contemporaneamente un massaggio e una stimolazione per l’orecchio. Danzando con i piccoli si favorisce lo sviluppo dell’equilibrio e della consapevolezza dello spazio e del corpo.

Quando il vostro bambino è sveglio, fategli sentire una musica  a basso volume o i suoni della natura; cantate, muovetevi e ballate a ritmo di musica. Tutti i movimenti coordinati si basano sul ritmo e stimolano la parola e il linguaggio.

Leggete tutti i giorni al bambino semplici storie e filastrocche con un linguaggio ritmico e ripetitivo. Massaggiate e e fate muovere il vostro piccolo lentamente, dondolatelo e ballate insieme a lui. Cantate e parlategli amorevolmente guardandolo negli occhi: ciò favorisce anche l’instaurarsi del legame affettivo.

E divertitevi!

 

Giochi di parolelinguaggio-bambini-300x282

Per apprendere le parole nei bambini di età prescolare è molto importante la visualizzazione. Se una parola non può essere memorizzata visivamente, verrà dimenticata e bisognerà mostrargliela nuovamente.

Abbinamento di figure e parole

Create delle carte, alcune con immagini altre con le parole corrispondenti. Collocate sul tavolo a faccia in giù le carte illustrate e giocate agli “abbinamenti”. Il bambino dovrà ricordare la posizione delle carte con le immagini che lui stesso ha posizionato sul tavolo.

Che cosa manca?

Mostrate al bambino un gruppetto di piccoli oggetti (3-5). Chiedete di chiudere gli occhi, toglietene uno e fateglieli riaprire. Dovrà dire quale manca.

Una variante di questo gioco prevede di mettere gli oggetti in un sacchetto non trasparente e chiedere al bambino di tirare fuori, ad esempio, l’automobilina, che dovrà riconoscere usando solo il tatto.

In un’altra variante ancora, gli oggetti vengono messi sotto una coperta, il bambino viene bendato, si toglie un oggetto e si chiede di indovinare qual è.

Leggere, leggere, leggere storie

Mentre leggete, tenete il segno con il dito e/o chiedete al bambino di trovare nel libro una figura che conosce.

 

MI VORRAI SEMPRE BENE, MAMMA? di Astrid Desbordes, Pauline Martin

51HkRhnuieL._SX417_BO1,204,203,200_

Un libro rivolto sia ai piccoli lettori che ai genitori. Poche semplici parole per raccontare l’amore materno, incondizionato ed eterno. Per ritrovare il naturale bisogno di rassicurazione e di conferma riguardo la specialità dei sentimenti provati da chi si prende cura di loro.